Eventi

GiocAosta: conto alla rovescia per la manifestazione ludica più alta d’Italia! Dall’8 all’11 agosto 2019

AOSTA – La più grande ludoteca d’Italia torna in piazza Chanoux in un’edizione ricca di novità che si espande in un nuovo padiglione, negli spazi inediti di “giocare dappertutto” e nei tanti appuntamenti di un programma costruito da una squadra di oltre 300 volontari.
L’undicesima edizione di giocAosta viaggia nel tempo: muovendosi dalla preistoria al futuro remoto, la festa del gioco in Valle d’Aosta va in scena da giovedì 8 a domenica 11 agosto 2019. L’evento, dopo aver superato le 20.000 presenze lo scorso anno, si espande e conquista spazi: le attività prendono vita in un secondo padiglione in piazza Narbonne, ma anche tanti monumenti e luoghi storici, con l’idea di far (ri)scoprire la città con un punto di vista diverso.
A progettare e realizzare l’evento sono oltre 300 volontari, coordinati dall’associazione Aosta Iacta Est. Il cuore dell’iniziativa, in piazza Chanoux,ospita la più grande ludoteca d’Italia in prestito gratuito: sono infatti più di mille giochi in scatolai protagonisti di uno spazio di gioco allestito su più di 200 tavoli distribuiti tra le piazze, i portici del Municipio e altri 20 luoghi del centro storico.Ai giochi di società si affiancano moltissimi spazi di gioco, dal modellismo al calcio balilla, dalle freccette ai giochi giganti, dai giochi di carte allo spazio per i piccoli, dagli spettacoli interattivi al ciclotappo, in un appuntamento pensato anzitutto per ragazzi e adulti, all’insegna del motto «invecchia solo chi smette di giocare».
LE NOVITÀ DEL 2019
Il percorso di espansione di giocAosta diventa ancora più evidente con l’allestimento di un secondo padiglione di gioco in piazza Narbonne, destinato agli autori di giochi, ai tornei e alle escape room in scatola. L’idea di coinvolgere sempre più l’intera città nell’evento prende poi la forma di “GIOCARE DAPPERTUTTO”, la serie di spazi gioco temporanei che prendono vita in luoghi speciali del territorio cittadino: dal sottotetto affrescato della Cattedrale alla cantina dell’Institut agricole régional, dalla Villa della Consolata all’Area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans, fino alla cabinovia Aosta-Pila. A questi si aggiungono i tanti spazi monumentaliche ancora una volta vengono coinvolti dalle attività, dal Museo archeologico regionale al Centro Saint-Bénin, dal Criptoportico forense alla Torre dei Balivi. Molti gli appuntamenti nuovi, dal gioco di ruolo diffuso nella città alla battaglia Nerfin piazza Roncas, dal laboratorio che ridà vita ai vecchi giocattoli ai giochi premiati in tutta Europa, fino al “Climate challenge” che mette in gioco la ricerca ambientale in un quiz a tutta birra.

GIOCHI PER TUTTI I GUSTI ED EVENTI SPECIALI
A fianco della ludoteca, giocAosta propone molti spazi fissi capaci di coinvolgere un pubblico molto eterogeneo. Alle due escape room di via Xavier de Maistre si affianca uno spazio speciale per le “escape in scatola”di recentissima pubblicazione; i giochi investigativi sono potenziati e diffusi in città, mentre in piazza Chanoux i giochigigantitrovano spazio vicino a calcio balilla e freccette. Lo spazio dedicato ai videogiochi e realtà virtuale si potenzia e prende vita nella Sala espositiva Finaosta da venerdì a domenica. Il programma conta oltre 100 appuntamenti speciali, a partire dai classici come il Rulla che ti passa(torneo amatoriale di calcio balilla che mette in palio lo stesso campo di gioco, anche in versione junior) e la Grande caccia al tesoro notturnarealizzata insieme ad Hasbro, che (dopo aver raggiunto i 900 partecipanti lo scorso anno)raddoppia nella serata di sabato. E ancora: lo spettacolo interattivosul palco del Théâtre de la Ville, Arte in gioco nelle mostre aostane, i giochi tra storia e archeologia, l’osservazione del cielo ei tantissimi tornei, da quelli di giochi in scatola (con l’assegnazione di diversi titoli di campione italiano) aquelli di belote, freccette,carte collezionabili, parole crociate.UNA FOLLA DI

VOLONTARIE MOLTI PARTNER PRIVATI
Il motore di giocAosta è costituito daglioltre 300volontari provenienti da dieci diverse regioni italiane, che scelgono di donare gratuitamente le proprie energie a un progetto collettivo, coordinato dall’associazione Aosta Iacta Este costruito grazie al lavoro di 31 diversi gruppi. Alle associazioni si affiancano 17 partner tecnici e 12 case editrici, che contribuiscono sensibilmente ad abbattere i costi del progetto e ne ribadiscono la credibilità e la solidità: privati del contesto valdostano e italiano scelgono di sostenere il progetto attraverso la fornitura gratuita di servizi, creando una rete di collaborazione che cresce di anno in anno.

CROWDFUNDING E DADODORO
Per il quinto anno giocAosta ha scelto di chiedere sostegno alle migliaia di persone che partecipano all’evento, con iniziative di autofinanziamento che coprono il 25/30% del budget totale del progetto. Per questo è stato avviato un percorso di crowdfunding che mette in palio le 200 copie del DADODORO, uno speciale dado giallo creato per la manifestazione e riservato a coloroche sosterranno economicamente l’edizione 2019con un importo minimo di 10 euro (dettagli su http://www.giocaosta.it/sostieni).INFORMAZIONI PRATICHELa manifestazione si svolge in diversi spazi del centro storico di Aosta, a partire anzitutto da piazza Chanouxdove sono allestiti il punto informazioni e dove prende vita la ludoteca. Gli oraridi apertura sono: giovedì dalle 18 alle 24, venerdìe sabato dalle10 alle 24, domenica dalle 10 alle 18. La partecipazione agli spazi fissi è gratuita. Alcuni eventi hanno una quota di iscrizione, utile a coprire parte dei costi organizzativi degli eventi stessi.

Sito web: http://www.giocaosta.it
Facebook/Instagram: giocAosta
Hashtag: #giocaosta

L’ORGANIZZAZIONE
Il progetto di giocAosta è ideato e sviluppato da Aosta Iacta Est, associazione che si occupa di diffusione del gioco intelligente in Valle d’Aosta: intorno a lei si riunisce un folto collettivo di associazioni e gruppi, tutti operanti a titolo volontario.Il progetto è sostenuto dall’Assessorato al Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni della Regione autonoma Valle d’Aosta, da Europe Direct Vallée d’Aoste,dalla Città di Aostae dalla Fondazione CRT. Agli enti sostenitori si affianca una preziosa rete di partnertecnici, che permettono di abbattere i costi di progetto: soggetti privati del territorio valdostano si uniscono ai maggiori editori del panorama ludico italiano.

Fonte: ufficio stampa

@annabenelu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...