Eventi

GiocAosta: tornano le occasioni di gioco condiviso grazie al festival più alto d’Italia, dal 6 al 9 agosto 2020

AOSTA – GiocAosta torna a far incontrare gli appassionati di giochi, dopo l’annullamento e il rinvio di tante e importanti manifestazioni, con un appuntamento da giovedì 6 a domenica 9 agosto 2020 nel capoluogo valdostano.
Reinventata per rispondere all’emergenza – scrivono gli organizzatori nel comunicato diffuso -, la grande festa del gioco in Valle d’Aosta torna a vivere in un evento che coniuga sicurezza e necessità di ritrovare spazi di incontro e di scoperta, con 4 giorni di appuntamenti realizzati da 250 volontari con oltre 1.500 giochi in scatola
Responsabili insieme: è nel segno di una consapevolezza condivisa che la dodicesima edizione di giocAosta prende vita dal 6 al 9 agosto 2020, ripensata per rispondere all’emergenza causata dall’epidemia da Covid-19. Una scelta coraggiosa ma non incosciente permette all’estate ludica di ritrovare uno dei suoi appuntamenti più attesi, accolto nel 2019 da oltre 25.000 presenze attive: la proposta di quest’anno è quella di un evento reinventato negli spazi e nelle modalità di fruizione, che però non rinuncia a un respiro ampio e all’idea di essere luogo di incontro e di scoperta.
UN PROGETTO TENACE PER FAR FRONTE ALL’EMERGENZA
Tutta la flessibilità e la competenza di un progetto con esperienza decennale e con centinaia di volontari sono state messe al servizio di un’idea che sembrava impossibile realizzare fino a poco tempo prima. Aosta Iacta Est ha riunito intorno a sé una rete di soggetti che hanno accettato la sfida di non rinunciare all’evento: tre mesi di lavoro intenso hanno portato al reinventare un appuntamento capace di coniugare sicurezza e desiderio di ritrovare spazi condivisi.
Nuovi spazi, protocolli di igienizzazione dedicati e attività straordinarie per i volontari sono stati messi al servizio di un evento atteso e partecipato, come dimostrano le centinaia di prenotazioni per le attività già registrate a una settimana dall’inizio dell’evento. La chiave della realizzazione dell’iniziativa è il marchio “Responsabili insieme”, primo passo di un articolato progetto di comunicazione che chiede a tutti i partecipanti di essere protagonisti nel garantire la sicurezza senza rinunciare alla bellezza dell’incontro e della festa intorno al gioco. A questo si è affiancato uno stretto confronto con le autorità civili e sanitarie, in un confronto partito dai protocolli stabiliti dalla Conferenza delle Regioni.
UNA LUDOTECA SCONFINATA E SPAZI DI GIOCO ANCORA PIÙ ESTESI
Il cuore dell’iniziativa, nella centralissima piazza Chanoux, è ancora una volta una delle più grandi ludoteche italiane in prestito gratuito: sono infatti più di 1.500 i giochi in scatola protagonisti di uno spazio di gioco allestito su più di 200 tavoli distribuiti tra i portici municipali e le coperture allestite nelle piazze e nell’eccezionale cornice dell’area spettacoli del Teatro romano. Realizzata anche grazie alla collaborazione di molte delle principali case editrici nazionali, la ludoteca affianca i classici alle novità, inclusi quei titoli che a causa dell’emergenza non hanno ancora incontrato a pieno il mondo dei giocatori.
A fianco della ludoteca, giocAosta propone molti spazi fissi capaci di coinvolgere un pubblico molto eterogeneo, dall’escape room (già esaurita) ai giochi investigativi, dai tornitori allo spazio per i più piccoli nelle giornate di sabato e domenica. Il programma con oltre 100 appuntamenti speciali affianca classici come la caccia al tesoro notturna (limitata nelle partecipazioni, a fronte dei 1.200 iscritti nel 2019) e le gare di parole crociate, i tornei e il Climate challenge, il gioco interattivo diffuso in città e il giro d’Italia di Ciclotappo.
LE NOVITÀ DEL 2020: NUOVI SPAZI E L’ESORDIO DI LOCUS
Il tema dell’edizione nasce da un gioco intorno al numero XII, immediatamente diventato mezzogiorno: mezzogiorno di fuoco, anzi, di gioco. È così che gli spazi si popolano di pistoleri e sceriffi, di cactus e di banditi che al posto della bandana hanno la mascherina.
Tante le novità degli spazi: al nuovo padiglione del Teatro romano si affiancano giochi nei musei e nelle aree monumentali, negli orti e nelle chiese, fino agli alberghi e alla neonata Stanza delle Storie, progetto sperimentale dedicato ai giochi di ruolo. Esordisce nel 2020 anche LOCUS, gioco di scoperta della città di Aosta che impegna i partecipanti in un itinerario sulle tracce di una storia misteriosa, pensata per trasformare attraverso il gioco gli spazi monumentali e quelli quotidiani del capoluogo valdostano.
UNA FOLLA DI VOLONTARI E MOLTI PARTNER PRIVATI
Il motore di giocAosta è costituito dai 250 volontari, che scelgono di donare gratuitamente le proprie energie a un progetto collettivo, coordinato dall’associazione Aosta Iacta Est e costruito grazie al lavoro di 22 diversi gruppi. Alle associazioni si affiancano 23 partner tecnici e 9 case editrici, che contribuiscono sensibilmente ad abbattere i costi del progetto e ne ribadiscono la credibilità e la solidità: privati del contesto valdostano e italiano scelgono di sostenere il progetto attraverso la fornitura gratuita di servizi, creando una rete di collaborazione che cresce di anno in anno.
CROWDFUNDING E DADODORO
Per il sesto anno giocAosta ha scelto di chiedere sostegno alle migliaia di persone che partecipano all’evento, con iniziative di autofinanziamento che coprono il 10/15% del budget totale del progetto. Per questo è stato avviato un percorso di crowdfunding che mette in palio le 200 copie del DADODORO, uno speciale dado giallo creato per la manifestazione e riservato a coloro che sosterranno economicamente l’edizione 2020 con un importo minimo di 10 euro (dettagli su http://www.giocaosta.it/sostieni).
INFORMAZIONI PRATICHE
La manifestazione si svolge in diversi spazi del centro storico di Aosta, a partire anzitutto da piazza Chanoux dove sono allestiti il punto informazioni e dove prende vita la ludoteca. Gli orari di apertura sono: giovedì dalle 18 alle 24, venerdì e sabato dalle 10 alle 24, domenica dalle 10 alle 18.
La partecipazione agli spazi fissi è gratuita. Alcuni eventi hanno una quota di iscrizione, utile a coprire parte dei costi organizzativi degli eventi stessi.
In tutte le aree di attività sarà richiesto l’utilizzo della mascherina.
L’ORGANIZZAZIONE
Il progetto di giocAosta è ideato e sviluppato da Aosta Iacta Est, associazione che si occupa di diffusione del gioco intelligente in Valle d’Aosta: intorno a lei si riunisce un folto collettivo di associazioni e gruppi, tutti operanti a titolo volontario.
Il progetto è sostenuto dal Comune di Aosta, da Europe Direct Vallée d’Aoste e dalla Fondazione CRT. Agli enti sostenitori si affianca una preziosa rete di partner tecnici, che permettono di abbattere i costi di progetto: soggetti privati del territorio valdostano si uniscono ai maggiori editori del panorama ludico italiano.

 

Aosta, piazza Chanoux – 6/9 agosto 2020
Sito web: http://www.giocaosta.it
Facebook/Instagram: giocAosta
Hashtag: #giocaosta #giocaredappertutto #mezzogiornodigioco

Fonte: ufficio stampa

@annabenelu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...