Azzardopatia

Non azzardiamoci! Domenica 8 febbraio a #Roma

Appuntamento a Roma domenica prossima 8 febbraio dalle 10 alle 13, nella galleria commerciale di via Tiburtina 541, per “Non azzardiamoci!
Alcune associazioni (Libera, Croce Rossa, Psy Olus, Slot Mob, Movimento Focolari e Con un gioco) dialogheranno con le istituzioni  del IV municipio proponendo interventi nelle scuole, potenziamento delle ludoteche e mettendosi a disposizione come tramite per il multiforme variopinto ricco mondo del gioco.
E si potrà giocare insieme grazie ai materiali e agli animatori presenti.
“In Italia si stanno diffondendo sempre più i luoghi dedicati al cosiddetto ‘gioco’ d’azzardo e le proposte di ‘giochi’ spilla-soldi e appanna-cervello – spiega l’associazione Con un gioco -; tra gli elevati costi sociali provocati da questa diffusione c’è il proliferare dell’azzardopatia, una patologia di dipendenza senza sostanze che presenta livelli di crescita preoccupanti. E questa cosa i più la chiamano GIOCO”.

Per noi il gioco è altro: è la nostra passione, ma è anche un potentissimo strumento educativo (lo sperimentiamo da anni), un modo per rafforzare legami sociali, esattamente il contrario di quel che fanno slot machine e  gratta e vinci! E’ un mezzo per immaginare spazi e momenti di condivisione e crescita”.

“Così abbiamo deciso di lanciarci nell’impresa di usare il gioco per fare contrasto all’azzardo, muovendoci su più fronti: progetti nelle scuole, mostre interattive, progettazione e realizzazione di dispositivi di gioco da diffondere in spazi pubblici, collaborazione con altri soggetti attivi nel contrasto al gioco d’azzardo, sensibilizzazione e attivazione delle istituzioni”.
“La diffusione delle sale slot e dell’azzardo in generale – aggiunge il movimento Slot Mob – si accompagna a fenomeni di illegalità quali usura e riciclaggio, al degrado e ad un deperimento del tessuto sociale dei quartieri. Abbiamo deciso di invitare i cittadini a discutere del tema e a cercare delle contromisure e delle alternative positive, poiché i giocatori (patologici e non) hanno bisogno di ristabilire dei contatti personali e di impegnarsi in qualcosa di concreto e soddisfacente (non possiamo limitarci a dire che sbagliano)”.
Una manifestazione slot mob; foto dal sito www.focolare.org
@annabenelu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...