Senza categoria

Ecco i 115 Campfire in tutta Italia e Lucca Changes si espande in ogni angolo dello Stivale

Nel cammino che ci porta a scoprire l’edizione 2020 di Lucca Comics & Games, si inizia a delineare quella che è Lucca ChanGes, un’edizione diversa dal solito, fatta di eventi sparsi su tutto il territorio nazionale grazie a quelli che sono stati chiamati ‘Campfire’ e che proprio oggi scopriamo essere ben 115.

Si tratta di negozi specializzati che partecipano all’iniziativa, divenendo, di fatto, dei veri e propri avamposti della manifestazione, permettendo a chiunque di partecipare al festival, senza per forza doversi spostare da casa propria, ma semplicemente andando nel proprio negozio di fiducia. Una scelta non semplice e un’organizzazione capillare che è stata dettata dall’emergenza Covid-19 e che rende questa edizione qualcosa di sperimentale e molto interessante anche per quello che sarà il futuro della manifestazione stessa.

Nel corso del Festival e, cioè, dal 29 ottobre al 3 novembre, i 115 Campfire saranno aperti a tutti e svolgeranno regolare attività. Sarà, inoltre, possibile acquistare il ‘Campfire Pass’ (il costo è di 8 euro), che dà accesso a un programma di ‘membership’, grazie al quale si potrà accedere ad alcuni contenuti riservati: ad esempio si avrà accesso a una webapp con la quale si avrà un coupon digitale che permetterà di ritirare la ‘Bag of Lucca’ e, cioè, una scatola che contiene diversi gadget esclusivi: due mazzi di carte del gioco KeyForge, uno speciale quaderno dei giochi con tre games creati appositamente da Pierluca Zizzi e Marta Tuveri, Stefano Castelli e Alan D’Amico nonché dal team di Acchiappasogni per Lucca Changes. E’ da sottolineare che, degli 8 euro del costo del pass, due vanno al negozio, per sostenere e supportare l’impegno di questi presidi di cultura.

«I 115 avamposti che accoglieranno gli appassionati nel 2020 – dicono dall’organizzazione – sono solo il primo tassello che porterà negli anni alla creazione di un festival diffuso. Il progetto Campfire, infatti, già allo studio dal 2017, ha posto da subito l’accento sulla riflessione specifica a proposito del ruolo dei negozi all’interno della filiera. Con questo progetto, i negozianti trovano quindi, un punto di appoggio per inserirsi a loro volta, come attori protagonisti di quell’ecosistema che congiunge Lucca Comics & Game a editori, pubblico e territorio».

Il 2020, pertanto, vedrà l’avvio di una sperimentazione del progetto Campfire, che è stato accolto con grande entusiasmo dai negozianti e che «nei prossimi anni – conclude l’organizzazione – punta a includere direttamente anche soggetti territoriali diversi, dalle associazioni ai musei, coinvolti quest’anno con modalità differenti».

Ma le sorprese non sono finite: per ‘scoprire’ dove e chi sono i 115 aderenti, Lucca Changes si è affidata alle abili mali dell’illustratore Andrea Piparo che ha realizzato una mappa fantasy che fa letteralmente vedere dove si trovano i Campfire. E nei 115 negozi che hanno aderito all’iniziativa ci sarà un’altra grande sorpresa: la famosa ditta Funko distribuirà due Funko Pop in edizione speciale e limitata: Iron Man e Zombie Wolverine, che sicuramente non mancheranno di attrarre i (tanti) appassionati dei pupazzetti dalla grande testa.

[L’elenco completo dei Campfire si trova qua]

Categorie:Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...