Lucca Comics and Games

Una mostra e un progetto per le scuole: Lucca ChaNGes celebra Gianni Rodari a 100 anni dalla nascita

Lucca ChaNGes augura – nel suo modo speciale – buon compleanno a Gianni Rodari, uno dei più grandi intellettuali del Novecento italiano, maestro, scrittore, giornalista e soprattutto colui che, prima degli altri, ha intuito la necessità e l’urgenza di un’educazione alla fantasia, affiancata a una piena fiducia nella creatività infantile.

E, per celebrare Rodari, Lucca ChaNGes presenta una mostra sulle 100 illustrazioni inedite, raccolte nel volume ‘Cento Gianni Rodari. Cento storie e filastrocche’. Come spesso accade con le mostre di Lucca Comics & Games, non si tratterà solo di un’esposizione fine a se stessa, ma sarà anche il luogo nel quale educatori, insegnanti, animatori e genitori potranno riscoprire e attualizzare i suoi insegnamenti.

Ed è così che – grazie al contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Lucca – Villa Bottini diventerà ‘Casa Rodari’: qua, assieme a Electa ed Einaudi Ragazzi, Lucca ChaNGes celebrerà il centenario di Rodari, ricordandone l’amore per il mondo del fumetto e una visione allargata di cultura che comprendesse mezzi e personaggi innovativi e originali.

Tanti gli ospiti che saranno presenti nel ‘salotto’ di Casa Rodari, a partire da Pino Boero, che è uno tra i maggiori studiosi rodariani. E ancora, Vanessa Roghi, storica, autrice di una recente biografia; Gaia Stock, direttrice di Einaudi Ragazzi, collana che pubblica le opere di Rodari, gli attori Ascanio Celestini, che porterà in scena ‘La freccia azzurra’ e Giulio Scarpati.

Per i più piccoli, invece, è in programma lo spettacolo ‘L’albero azzurro – Dodò e l’avventura spaziale’ a cura di Rai Ragazzi.

Anche gli educatori avranno la loro fetta di attenzione, grazie a un percorso formativo gratuito, realizzato in collaborazione con lo staff del Parco della Fantasia di Omegna, città natale di Rodari e polo di eccellenza in Italia.

Del resto, Rodari ha insegnato a tutti che l’educazione passa in primis dalle parole. E questo accade non perché tutti devono necessariamente divenire scrittori, bensì perché la più grande libertà è quella di poter raccontare.

«In un anno così particolare – dice Emanuele Vietina, direttore di Lucca Crea e di Lucca ChaNGes – in cui il cambiamento ha profondamente inciso nella quotidianità e nella crescita dei giovanissima, era necessaria una concreta iniziativa per rimettere al centro il Maestro di Omegna». E, infatti, così è stato, anche in un contesto particolare come sarà questa edizione 2020 di Lucca Comics.

«Nei primissimi Anni Cinquanta – gli fa eco Pino Boero, in collegamento virtuale – è stato fautore di una polemica con chi sminuiva l’importanza dei fumetti. Ecco perché ricordarlo in un contesto quale quello di Lucca ha ancora più significato: Rodari sosteneva, infatti, che non esiste solo una letteratura ‘scritta’, ma ne esiste anche una ‘disegnata’ e che, anche questa, ha una sua precisa funzione formativa, avvicinando i giovanissimi alla lettura».

Ma le celebrazioni di Gianni Rodari da parte di Lucca Comics & Games non si fermano qua. Anzi, proseguiranno anche per l’intero 2021, con il progetto ‘Rodarica’, realizzato assieme a Book on a Tree di Pierdomenico Baccalario.

Ad essere protagoniste saranno le scuole di Lucca (ma anche le scuole italiane che vorranno partecipare), con insegnanti e bambini che avranno a disposizione un vero e proprio ‘Kit della Fantasia’ con cui cimentarsi.
Si tratterà di attività da fare insieme, da scrivere e disegnare, cancellare e ricominciare: quaderni la cui filosofia è nata in Italia almeno 40 anni prima che nel resto del mondo spopolasse Keri Smith con i suoi libri di ‘attivismo artistico’.

La partenza sarà l’ultimo racconto di Gianni Rodari, ‘Il gioco dei quattro cantoni’, rimasto incompleto e che termina con una virgola: «E’ signficativo che sia una virgola a chiudere questo racconto rimasto incompleto – afferma Baccalario – perché la virgola è un segno di punteggiatura che invita al proseguimento. Lancia un ponte verso quello che sarà il prosieguo del discorso. Discorso che sarà idealmente ‘chiuso’ dai lavori realizzati nelle scuole di Lucca a cui consegneremo il ‘Kit della Fantasia’».

Al termine del lavoro in classe, i migliori elaborati – quelli cioè che si faranno notare per slancio e originalità intelligente – saranno sviluppati attraverso percorsi espositivi.

«E’ importante celebrare i 100 anni della nascita di Rodari – commenta la presidente di Lucca Crea, Francesca Fazzi, alla presentazione dell’iniziativa – e del suo spirito da pioniere della scrittura per ragazzi. Uno dei suoi lavori più significativi è sicuramente ‘La grammatica della fantasia’ e Lucca Crea ha nel suo dna la creatività. Proprio quest’anno dimostra cosa significa ‘creatività’ non arrendendosi alla pandemia, ma rinnovandosi e generando nuove energie che la portano a sperimentare nuove strade. Tra queste, la valorizzazione del rapporto tra giovani e il libro, che qua viene rinsaldato e, per il quale, Gianni Rodari ha un significato e un ruolo fondamentale».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...