Eventi

Gli studenti danno il via a ‘Terre Furiose’: un programma di iniziative fino a ottobre

Ha ufficialmente preso il via il 18 marzo il progetto ‘Terre Furiose’, programma di iniziative a tema ariostesco, promossa dal Comune di Castelnuovo di Garfagnana, in collaborazione con Lucca Crea.

Sono, infatti, stati oltre 250 gli studenti che hanno preso parte all’incontro sul rapporto tra l’Ariosto e Castelnuovo di Garfagnana, tema che sarà esplorato sotto molteplici punti di vista nel corso di questi mesi, all’interno del progetto in questione. L’incontro ha visto la partecipazione del sindaco della cittadina, Andrea Tagliasacchi, di Donatella Buonriposi, dirigente scolastica interprovinciale, di Alessandro Benassi (ideatore del progetto) e del direttore di Lucca Comics & Games, Emanuele Vietina. Non sono mancati nel parterre anche numerosi sindaci del territorio, il consigliere regionale Mario Puppa e la presidente di Lucca Crea, Francesca Fazzi.

Nel pomeriggio, poi, di fronte al Teatro è stata inaugurata l’installazione fantasy, realizzata con le tavole di quattro tra i più grandi artisti di arte fantastica italiana, chiamati a reinterpretare i personaggi ariosteschi: Paolo Barbieri, Luca Zontini, Dany Orizio e Lucio Parrillo. L’opera fonda le sue radici nel progetto «L’Orlando Curioso», con illustrazioni pubblicate nell’albo di ImagineFX Italia, mentre una serie di opere sarà esposta nel foyer del Teatro a completare l’esposizione fantasy di questa parte del progetto.

Come dicevamo, questa è stata la giornata che ha dato il via ufficiale al progetto ‘Ariosto in Garfagnana – Incontri sull’immaginario ariostesco’, un ciclo di appuntamenti ideati da Alessandro Benassi, pensati per un pubblico di ogni età, partendo dai giovanissimi per ripercorrere una serie di temi cruciali dell’immaginario creato dall’Ariosto nel suo ‘Orlando Furioso’: il gioco, il viaggio, i saraceni, le donne, la guerra, l’amore, le arti e il fantastico.

Le iniziative si dilatano lungo in mesi e dureranno fino ad ottobre, vedendo alternarsi grandi nomi della cultura italiana che ‘guarderanno’ questi temi dal loro punto di vista.

Il primo appuntamento è con Adrian Fartade, in programma il 22 aprile alle 11 al Teatro Alfieri e il tema trattato sarà ‘La luna di Ariosto. Lo spazio tra immaginazione e scienza’.

A seguire, il 4 maggio, alle 17, sarà la volta di Franco Cardini che parlerà de ‘Il duello, la guerra e la virtù dei cavalieri antichi’, mentre ad agosto è in programma l’incontro con Lina Bolzone e Alberto Manguel sul tema ‘Immagini e fantastico del Furioso’; a settembre è la volta di Serena Pezzini che parlerà di ‘Paladine e seduttrici. Le donne del Furioso’, per chiudere a ottobre con Carlo Buja Guarienti che terrà un incontro sul tema ‘Ludovico Ariosto commissario estense in Garfagnana.

Una novità di questo progetto è l’aver accostato la cultura ‘alta’ a quella più ‘popolare’, mettendo in gioco – non solo in senso metaforico – noti storytellers contemporanei, qualificandoli come ‘successori dell’Ariosto’: nasce così ‘Narrare l’epica cogliendo l’eredità di narratori di mondi epici, dall’Orlando Furioso a Dungeons & Dragons’.

Gli autori che prendono parte all’iniziativa si sono confrontati con uno spunto ideale e avventuroso, come il viaggio che portò l’Ariosto in Garfagnana: da quest’idea nasce la due giorni dedicata al gioco e al fantastico, in programma per il 28 maggio (Giornata mondiale del diritto al gioco) e il 29 maggio, quando protagonisti saranno autori del fantastico come, tra gli altri, Licia Troisi, Roberto Recchioni, Luca Enoch, Mauro Longo, Lorenzo Fantoni, Laura ‘La Madre dei Draghi’ Grossi.

Intanto, fino al 31 marzo, prosegue la mostra dedicata alle opere di Antonio Possenti, ‘Altrove e altri luoghi – Occasioni e suggestioni dall’Orlando Furioso’, allestita nella Sala Consiliare del Comune di Camporgiano.

Durante l’estate, sarà sviluppato anche il progetto teatrale “Le donne dell’Ariosto”: da giugno ad agosto, otto puntate realizzate nel centro storico per narrare i 13 personaggi femminili protagonisti dell’Orlando Furioso. Il progetto prevede due sessioni di audizioni nazionali under 35 sabato 11 e domenica 12 giugno 2022 e sabato 18 e domenica 19 giugno 2022 (Teatro Alfieri) per la selezione di 8 giovani attrici e attori.

Ma queste celebrazioni non vogliono solo esaltare l’importanza della presenza di Ludovico Ariosto in Garfagnana, bensì coincidono anche con la conclusione dei lavori di ristrutturazione della Rocca Ariostesca e la sua riapertura ufficiale. Il monumento simbolo della comunità, quindi, ospiterà mostre, laboratori, installazioni multimediali dedicate sia allo sfaccettato rapporto tra le terre di Garfagnana e l’immaginario ariostesco, sia al recupero dell’immobile, alla storia e alla cultura del territorio, senza dimenticare però di dedicare anche un ampio spazio alla creatività e all’innovazione, che hanno un ruolo fondamentale in questo programma.  

E il Comune di Castelnuovo sta selezionando – per mezzo di un bando ufficiale – attività socio-culturali di varia natura che possano raccontare attraverso varie forme artistiche il tema delle celebrazioni. Per far parte di questo calendario ‘Terre Furiose’ è possibile presentare la domanda ufficiale fino alle 19 del 31 marzo e il bando completo è consultabile al sito: https://www.castelnuovodigarfagnana.info/esplora/novita/avvisi/

Categorie:Eventi

Con tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...