Cose per cui fare le fusa

#latartarugarossa: un film sulla scelta di esistere

Non è un film su una tartaruga. E nemmeno sul mare. E ci voleva una coproduzione per tirare fuori un film d’animazione diverso, maturo, che avesse il coraggio di non imitare il mainstream e che parlasse con voce adulta.
Anzi: senza voce.
E’ “La Tartaruga rossa” (Francia, Belgio, 2016 durata 80 min).

Non ci sono parole in questo commovente (“malinconico”, precisa il mio amico Il maestro delle balene) disegno animato. E finalmente offre un tratto profondo, ricco, dove i colori tornano ad interpretare il loro ruolo simbolico (e non solo di festa dei sensi).

La storia è ridotta al minimo narrativo (#nospoiler), ma non per questo è povera: anzi.
Nessun doppiaggio a sciupare la pellicola con vezzi di traduzione di dubbio senso oltre che gusto (Ghibli Italia degli ultimi anni), poiché nel film non ci sono parole ma solo musica e suoni.
Avrei tolto qualche scena coi granchietti (su questo concordo, Marco). Ma tant’è.

M’è piaciuto, e tanto. Mi ha ricordato certi sogni, il senso delle storie e la capacità propria delle belle storie di parlare chiaramente e di andare in profondità.
Il rigore narrativo è la sua forza (del regista Michaël Dudok de Wit guardatevi anche Father and Doughter)

Non è un film su una tartaruga. E nemmeno sul mare – scrivevo all’inizio -.
E’ un film sulla scelta, meglio ancora sulla libertà, di esistere.
E su di noi naufraghi su questo piano esistenziale.
E sul mondo.

Il quale, con la realtà, risponde alle nostre esigenze più profonde.
Anche se non le vogliamo o sappiamo leggere.

@annabenelu
PS: grazie a chi mi ha portato a vederlo!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...