Eventi

Chi vuol fare l’impresario? Domenica si può con @Sipariogame, il gioco della lirica, @PucciniMuseumCasaNataleLucca

LUCCA – Tutti a teatro, domenica 7 maggio! Alle 15 nella casermetta San Colombano si gioca a “Sipario!”!
Torna a Lucca il suo autore, il baritono ed autore di giochi Simone Tansini, in occasione del  festival Lucca Classica . La mattina, a partire dalle 10,30, sarà ospite del cartellone con la conferenza “Non parlategli di lirica!”: un chiacchierata tra il serio e il faceto per mostrare al pubblico quanto già la cultura lirica faccia parte del sentire comune, senza che se ne abbia realmente idea.
Nel pomeriggio, dalle 15, partite dimostrative di Sipario!, per tutti coloro che vogliono provare a calarsi nel ruolo di un impresario teatrale alle prese con cantanti, stecche, pubblici bizzosi, opere da sogno. “Un doppio appuntamento – spiega Simone – per raccontare, e provare, come si possa approcciare un genere musicale recepito come ostico attraverso canali inusuali.

simone-tansini-allo-stand-di-siparioChe si stesse sempre di più dedicando alle contaminazioni fra lirica, gioco e formazione, lo aveva anticipato a Gattaiola proprio durante gli scorsi Comics“Quello che volevo e voglio fare – ci aveva raccontato a un anno dal debutto del gioco – è creare una contaminazione fra due mondi: quello del gioco e quello della lirica. So che non è facile ma io li frequento entrambi, li trovo entrambi appassionanti e credo che abbiano realmente molti punti congiunzione, dal raccontare una storia a far vivere un viaggio a chi li utilizza come mezzi di espressione e divertimento”.

Ed ecco che oggi, Simone è ospite di uno dei festival più interessanti del panorama nazionale, in quella Lucca che lo ha accolto come creatore di giochi e che lo ospita adesso per la sua professione di musicista e formatore, oltre che “contaminatore” di generi.

Sipario-BohèmeSiamo a Lucca, la terra di Puccini, e Sipario non è passato inosservato. “Grazie anche a Lucca Comics and Games – ci raccontava allora – e al Puccini Museum con cui da subito si è creato un dialogo sul tema, interessando anche il Teatro del Giglio, stiamo pensando ad iniziative che possano coinvolgere tutti e tre gli enti”.

La nostra città ha colto questa occasione offerta da Simone. Perciò “Non parlategli di lirica”: vi aspettiamo per giocare alla Bohème, alla Carmen, a Rigoletto, per vivere lo spettacolo che avete sempre sognato. E cantato!

@annabenelu

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...