Lucca Comics and Games

Sabato 12, via alle danze di #LuccaCG19 con l’inaugurazione delle mostre a Palazzo Ducale

E’ proprio dalle mostre che arriva una delle novità più importanti dell’edizione di Lucca Comics & Games 2019 e si tratta dell’ampliamento delle sedi espositive che, da quest’anno, includono anche il Mercato del Carmine.

IL COMPLEANNO DI PAPERINO – E’ un viaggio interattivo, curato da Gianni Bono, quello proposto per festeggiare il compleanno di Paperino. Allestita al Mercato del Carmine dal 26 ottobre al 3 novembre, vedrà questo storico complesso monumentale trasformarsi nell’universo del celebre personaggio disneyano e del suo alter ego, Paperinik, che quest’anno festeggia i suoi primi 50 anni. In mostra ci saranno opere inedite, fumetti, disegni, ma anche la ‘Paperino Experience’, un’innovativa escape room che, grazie alla realtà virtuale e dei visori ‘Oculus Quest’, permetterà ai visitatori di vestire i panni di Paperino, esplorare la sua casa e scoprire il rifugio sotterraneo di Paperinik. Un viaggio virtuale nel mondo di Donald Duck che durerà 8 minuti, nei quali si dovranno risolvere indovinelli che permetteranno di accedere a nuovi ambienti della casa. Grazie, poi, alla collaborazione con Ferrero e Kinder, saranno organizzate attività per intrattenere i visitatori e sarà presente Paolo Campinotti, disegnatore Disney che realizzerà sul momento delle creazioni ‘paperiniche’.

Vi sarà poi la ‘Pinacoteca di Paperino’, dove saranno esposti, per la prima volta, degli spettacolari dipinti tramite i quali gli artisti Disney hanno voluto omaggiare le grandi opere della pittura mondiale, adattandole al mondo dei paperi. E, infine, una serie di teche saranno dedicate a ‘La storia di Paperino’ dove saranno esposti reperti cartacei originali delle pubblicazioni di Paperino e non mancherà nemmeno un bookshop, dove si potranno acquistare gadget, memorabilia, pubblicazioni oramai esaurite Disney e portate in mostra in un limitato numero di copie, recuperate per l’occasione come tutte le novità Panini e Giunti, editori italiani di Paperino. Questa mostra, a differenza delle altre, sarà a pagamento: 5 euro a prezzo intero e 3 euro per chi ha il biglietto dei Comics o lo acquista in prevendita assieme a quello della manifestazione.

SI PARTE CON LE MOSTRE A PALAZZO DUCALE – Mentre si contano i giorni per l’inizio della cinque giorni di Lucca Comics & Games, partono intanto le mostre di Palazzo Ducale, che inaugurano sabato 12 alle 17.

Si tratta di sei esposizioni di opere di artisti che, in un modo o nell’altro, incarnano lo spirito dell’edizione 2019, quel ‘Becoming Human’ che è divenuto il mantra di quest’anno, e lo rappresentano al meglio. Si tratta di Barbara Baldi, vincitrice del Gran Guinigi nel 2018 come miglior disegnatrice e che torna a Lucca con una mostra ‘Lo spessore del silenzio’, che mette in esposizione, per la prima volta, schizzi e materiale inedito sui suoi libri e una selezione di anteprime dal suo nuovo fumetto in lavorazione, oltre alle tavole inedite realizzate in esclusiva per il catagolo delle mostre e al poster di quest’anno. Molto attesa è la mostra ‘In a Sheltered Corner’ di Jeffrey Catherine Jones: protagonista, assieme a Bernie Wrightson, Michael W. Kaluta e Barry Windsor-Smith, dei Fab Four della scena americana, sarà protagonista di una ricca retrospettiva. Tra le opere in mostra, c’è da segnalare ‘The Wall’ del 1977, realizzato per una stampa a tiratura limitata e presente sul suo libro che raccoglie le migliori opere degli anni di The Studio e una tavola della sua serie più famosa ‘Idyl’ – tra l’altro premiato a Lucca nel 1976 come Miglior artista dell’anno –, nonché il dipinto per la copertina del libro ‘Nine Princes in Amber’.

‘Dalla parte della scrittura’ è il titolo della mostra di Alessandro Bilotta: la scrittura dello sceneggiatore e il suo rapporto con la tavola finita sono esplorati in un allestimento che esalta la parola e il rapporto con la visione del disegnatore, attraverso una serie di tavole dedicate ai suoi personaggi.

Arriva, invece, dal mondo del cinema di animazione Armand Baltazar: nell’esposizione ‘Timeless e altre storie’ proporrà anche degli studi realizzati per ‘Il Principe d’Egitto’, ‘Spirit’, ‘Simbad’ e ‘La principessa e il ranocchio’, oltre a lavori realizzati in digitale per ‘Cars 2’, ‘Inside Out’, ‘Il viaggio di Arlo’ e gli originali di illustrazioni e studi realizzati per il primo romanzo di Baltazar, ‘Timeless’.

‘Mostri: non lo siamo tutti?’ è il titolo della mostra dedicata a Emil Ferris: in anteprima assoluta per l’Italia, saranno esposte a Palazzo Ducale tavole e illustrazioni originali che partono dalla dirompente graphic novel d’esordio ‘La mia cosa preferita sono i mostri’, premio Gran Guinigi 2018 come Miglior graphic novel. Quella di Ferris rappresenta una delle voci più importanti del fumetto americano degli ultimi anni e la mostra lucchese permette di fare un vero e proprio viaggio tra ricordi, affetti e contraddizioni della Chicago di fine Anni Sessanta.

L’ultima mostra è dedicata a Suehiro Maruo: dal titolo ‘La luna è un buco nel cielo’, rappresenta la prima personale del maestro del fumetto giapponese, che spazia tra l’horror, l’erotico e il grottesco. Attraverso 40 originali in bianco e nero e a colori, tratti dalle opere pubblicate negli ultimi 15 anni, si potrà entra nel suo mondo magnetico e oscuro, popolato da creature demoniache senza scrupoli, mostri all’apparenza insospettabili e reietti dall’animo gentile.

Fuji-Hakone-Izu National Park, Japan — Also known as The Great Wave, the print is from the series Thirty-Six Views of Mount Fuji. Located in a private collection. | Location: near Kanagawa, Japan. — Image by © Corbis

LE ALTRE MOSTRE: PALAZZO DELLE ILLUSTRAZIONI – Saranno due le mostre ospitate dal Palazzo delle Illustrazioni alla Fondazione Banca del Monte di Lucca. Visitabili nei giorni della manifestazione, infatti, vi saranno ‘Le origini del Manga – Da Hokusai al manga moderno’ e ‘Con passi leggeri’ di Marco Somà.

La prima esposizione – vera e propria punta di diamante di questa edizione – è curata dal direttore del Museo d’arte orientale Mazzocchi di Coccaglio, Paolo Linetti, e analizza il percorso che lega la secolare tradizione dell’illustrazione giapponese del XVII Secolo ai manga del XXI, attraverso una selezione di circa 200 opere di Hokusai che, fra emaki e xilografie, per la prima volta riunirà le tre serie delle celebri ‘Onde’. La mostra, quindi, si svilupperà in un percorso che porterà a comprendere quali siano state le influenze dell’arte tradizionale nei confronti degli odierni e moderni manga.

La seconda esposizione, quella di Marco Somà, porta in mostra le opere di uno degli illustratori per ragazzi più amati e apprezzati, facendo apprezzare al visitatore una panoramica delle sue illustrazioni già edite e, in anteprima, alcune tavole della versione illustrata de ‘L’infinito’ di Giacomo Leopardi e del nuovo libro su King Kong, scritto da Luca Tortolini e in uscita per Kite Edizioni.

Infine, sempre nel Palazzo dell’Illustrazione sarà allestita la mostra ‘Becoming Human: Be a Hero. Donatori straordinariamente umani, semplicemente eroi’, dedicata alle campagne di comunicazione sociale nazionali e internazionali per la promozione della donazione che hanno come soggetti e testimonial personaggi dei fumetti e supereroi e che nasce dalla collaborazione tra il Centro nazionale trapianti, Lucca Crea e Ristogest.

LE ALTRE MOSTRE: PALAZZO ARNOLFINI – Altra sede delle mostre visitabili nei giorni della manifestazione sarà Palazzo Arnolfini. Nelle sue sale saranno esposti i lavori di Adrian Smith, nome tra i più prestigiosi dell’illustrazione fantasy che, con i suoi disegni, ha dato vita a mondi quali ‘Warhammer 40.000’ e saranno esposti anche gli originali di uno dei prossimi giochi prodotti da Cmon, dal titolo di lavorazione ‘Camelot’, basato sul folklore britannico.

Sempre nelle sale di questo palazzo sarà ospitata la mostra ‘Bologna è un’immagine’ di Luca Carboni: si tratta della prima personale di quadri del popolare cantautore bolognese che ha spesso realizzato in prima persona i disegni delle copertine dei suoi album.

LE ALTRE MOSTRE: CHIESA DEI SERVI – E’ la centralissima Chiesa dei Servi a ospitare ‘Thor e Conan: umanità aumentata’, mostra dedicata a John Buscema, maestro indiscusso del fumetto, definito ‘il Michelangelo dei Comics’ e sarà possibile leggere due storie complete, una di Conan e una di Thor, direttamente dalle tavole su cui ha lavorato l’artista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...