Lucca Comics and Games

Lucca Comics & Games 2022 si è chiusa con circa 320mila biglietti venduti ma si guarda già al 2023

Non si sono ancora spenti i riflettori sull’edizione 2022 di Lucca Comics & Games che è già tempo di pianificare la prossima manifestazione e tirare un primo bilancio.
Intanto le date: nel 2023 Lucca Comics & Games si svolgerà dal 1° al 5 novembre, quando nuovamente la città tornerà ad essere al centro del mondo non solo del fumetto e dei games – siano di ruolo o video – ma anche di tutto quel mondo che è cresciuto loro attorno, su tutti quello delle serie tv e dei film.

L’edizione ‘Hope’, quella della speranza e del ritorno a un ‘prima’, ben rappresentata dal poster di Ted Nasmith, si è chiusa con un record di biglietti venduti: 319mila 926 ticket, che porta Lucca Comics & Games ad essere il più importante festival di Occidente.
Ma i numeri non finiscono qua: il Festival lucchese è approdato in 120 Campfire in tutta Italia, dove sono stati organizzati 450 eventi in 15 giorni. La tv, invece, è stata coinvolta attraverso RaiPlay che ha dedicato un’intera sezione a Lucca Comics & Games e, non da ultimo, anche il web è stato conquistato dalla manifestazione, attraverso il canale Twitch.
«E’ stata un’edizione davvero speciale, unica. Una visione che si è avverata – afferma il direttore di Lucca Comics & Games, Emanuele Vietina – non solo per le grandi anteprime o la presenza di tantissimi autori e artisti italiani e stranieri o, ancora, per le numerose novità editoriali o la ricchissima offerta culturale, ma soprattutto per l’atmosfera magica che abbiamo respirato, per i volti degli amici ritrovati e di quelli appena conosciuti nelle piazze lucchesi. Il festival è stato lo specchio di un mondo fantastico che, però, esiste davvero, è contemporaneo ed è abitato dalle migliori community di fan che qualsiasi festival potrebbe sperare di avere».

E, in effetti, la cinque giorni lucchese è stata, ogni giorno, foriera di grandi personaggi ed eventi. Dalla presenza di Tim Burton per l’anteprima europea di ‘Mercoledì’, alla presenza del regista Gorō Taniguchi, per un’altra anteprima, quella del film ‘One Piece Film: Red’, passando per la prima visione mondiale di quattro episodi della serie animata ‘Dragonero’, tratta dal fumetto di successo creato da Luca Enoch e Stefano Videtti e che vede la Sergio Bonelli Editore sbarcare anche nel mondo della produzione televisiva e cinematografica.

Tantissimi gli ospiti che hanno affollato la manifestazione, sia nazionali che internazionali: tanto per citarne alcuni: i mangaka Norihiro Yagi (Star Comics), autore di Ariadne In The Blue Sky, nonché del dark fantasy Claymore, Nagabe (J-Pop Manga), autore del successo da più di un milione di copie Girl From The Other Side e Atsushi Ohkubo, autore di successi mondiali come Soul Eater e Fire Force.
Da Taiwan Zuo Hsuan, col suo percorso tra memoria e ricordi e Chi Ta-wei, con le sue creature queer e androidi e la fantascienza di Chang Sheng. E poi Chester B. Cebulski, editor in chief di Marvel, John Romita Jr., Chris Ware, James Tynion IV, Paco Roca, Chris Riddell, Lee Bermejo, Brian Azzarello, Arnaud Dollen e Jérôme Alquié, Marcello Quintanilha, Rubén Pellejero, Miguel “Rep” Repiso, Tony Valente, Kenny Ruiz, Danijel Zezelj. E ancora, lo straordinario Carlos Grangel, character designer e collaboratore di lunga data di Tim Burton e Pixar. Il pubblico ha potuto esplorare – tra incontri, showcase e firmacopie – gli universi visivi di decine di artisti italiani tra i quali Zerocalcare, Leo Ortolani, Gipi, Giacomo Nanni, Milo Manara, Tanino Liberatore, Alfredo Castelli, Manuele Fior, Sio, Dado, Fraffrog, Pera Toons, Giacomo “Keison” Bevilacqua, Fumettibrutti, Mirka Andolfo, Corrado Roi, Werther Dell’Edera, Gabriele Dell’Otto, Lorenzo LRNZ Ceccotti, Zuzu, GUD, Sara Colaone

Gli appuntamenti dedicati al fumetto sono stati circa 130, con decine di sold-out. Tra i momenti chiave Buon Compleanno Spider-Man!, il tributo al 60esimo compleanno del mitico supereroe Marvel con ospiti d’eccezione come John Romita Jr. (accompagnato da una folla di cosplay vestiti nelle varianti di Spidey riuniti in un’unica location), C.B. Cebulski, Sara Pichelli, Giuseppe Camuncoli, Marco Marcello Lupoi, Kurolily; il gremitissimo incontro di Chris Ware, autore di Building Stories, la cui edizione italiana è uscita proprio per Lucca Comics & Games 2022. Il maestro inglese Chris Riddell ci ha accompagnati nel suo mondo, tra la splendida mostra in Palazzo Ducale, e l’incontro con il direttore degli Uffizi Eike Schmidt e lo scrittore Pierdomenico Baccalario. Fumettibrutti e il Collettivo Le Moleste hanno indagato le diverse sfaccettature della sensualità mentre Marco Rizzo, Lelio Bonaccorso, Paolo Bacillieri, Sakka, Mara Cerri e Giacomo Nanni – cui è stata tributata una personale a Palazzo Ducale – ci hanno fatto scoprire le Arti nella Nona Arte. 
Sempre guardando ai numeri, il Palazzo Delle Dediche – allestito a Palazzo Ducale, nell’Antica Armeria di Palazzo – ha ospitato oltre 80 sessioni di dediche, che hanno visto la partecipazione di più di 6mila appassionati che hanno prenotato per avere la firma del loro artista preferito
Non è mancato uno sguardo verso i futuri talenti della Nona Arte: in Area Pro, 24 editori sono stati coinvolti in 51 sessioni di talent scouting, alle quali hanno partecipato quasi 300 fumettisti in cerca dell’occasione e della persona giusta.

Nella continua ricerca di commistioni tra linguaggi, è tornato sul palco del Teatro del Giglio il progetto di Graphic Novel Theatre: quest’anno è andato in scena Celestia, il capolavoro di Manuele Fior, adattato e diretto dal pluripremiato regista Matteo Tarasco.

Cinema e televisione sono stati – a modo loro – protagonisti e catalizzatori di attenzione. La palma di evento dell’anno, va senza dubbio a Tim Burton, approdato a Lucca per presentare Mercoledì, il suo debutto seriale su Netflix dal 23 novembre. La sua presenza ha richiamato in piazza San Michele oltre 8mila fan e centinaia di cosplayer, con vestito nero e trecce d’ordinanza, che hanno sfilato per le vie della città.
Ma tanti altri sono stati gli ospiti dal mondo di cinema e serie tv, tra cui: Cynthia Addai-Robinson, Ismael Cruz Cordova e Sophia Nomvete, star della serie Prime Video Il Signore degli Anelli: gli Anelli del Potere; Frank Matano e Lillo Petrolo, rispettivamente protagonisti di Prova Prova Sa Sa e Sono Lillo presto su Prime Video; Matteo Rovere, showrunner di Romulus, in onda su Sky con la seconda stagione. Ma anche Erin Kellyman, Ellie Bamber, Amar Chadha-Patel e Denise Gough, arrivati con Disney+ che ha catapultato il pubblico nell’universo di Star Wars, e per la prima volta ha mostrato su grande schermo, introdotte dal cast, le serie targate Lucasfilm, Willow e Andor. Tra le anteprime, la  première mondiale alla presenza del cast del fantasy action Dampyr, primo film del Bonelli Cinematic Universe, Dungeons & Dragons: l’onore dei ladri, assieme ai registi Jonathan Goldstein e John Francis Daley, che hanno mostrato al pubblico di Lucca alcune immagini esclusive, l’anteprima dei primi quattro episodi della serie animata Dragonero, e di One Piece Film: RED, alla presenza del regista Gorō Taniguchi.
Tra gli ospiti che hanno infiammato il pubblico, anche Valerio Lundini con il suo nuovo libro  Foto mosse di famiglie immobili (Rizzoli Lizard) e Lino Banfi per la presentazione della statua ufficiale creata da Infinite Statue a lui dedicata. 

Sono stati tanti gli anniversari festeggiati in questa Lucca Comics & Games, a partire dal 50° compleanno del manga Le Rose di Versailles, che ha permesso a Lucca Comics & Games di ospitare il raduno nazionale di Lady Oscar, che ha avuto come come ideali “madrine” le cosplayer Lady Kurimi e Letizia Cosplay. Sessanta anni anche per il primo numero di Diabolik:  Diabolik il Re del Terrore colpisce ancora. Per celebrarlo, il celebre personaggio è diventato protagonista di una serie audio nell’Audible Original Diabolik con le voci di Diabolik (Francesco Venditti), Eva (Myriam Catania) e Ginko (Claudio Moneta). Urania (Mondadori) ha festeggiato le 70 candeline e ha portato a Lucca il Premio Urania, massimo riconoscimento della fantascienza italiana. Paco Roca, è invece arrivato al Festival per celebrare i 15 anni dalla pubblicazione in Francia di Rughe, uno dei graphic novel più significativi di questo secolo (e Gran Guinigi nel 2008).

Ottima accoglienza anche per il mondo del gioco da tavolo, che ha potuto esprimersi in un’area di oltre 10mila metri quadri, con 120 nuovi titoli presentati in fiera con i più grandi protagonisti dell’industria: da Asmodee a DV Games, a Ghenos Games che ha festeggiato i 20 anni di BANG!; a Ravensburger, da Hasbro Gaming a Avalon Hill, da Wizards of the Coast al marchio Giochi Uniti, da GateOnGames, a MS Edizioni, a Need Games! alla Pendragon, solo per citarne alcune.
Tra le tante collaborazioni attivate, ricordiamo quella con il Museo Egizio di Torino e il panel con il curatore Paolo Marini realizzato in occasione dell’inizio delle celebrazioni per il bicentenario della decrittazione della Stele di Rosetta. 
Per quanto riguarda i Games si sono avuti 80 ospiti provenienti da tutto il mondo e 5mila sessioni di gioco (da tavolo, di ruolo, old school), record mondiale di sessioni di gioco di Chamber Larp (più di 600 giocatori), 80 incontri, più di 200 opere in mostra. Oltre 150 gli espositori del mondo Games coinvolti, con il ritorno di Miniature Island, e carte collezionabili. Gradito il ritorno dell’Area Performance, l’Artist Playground di Lucca Comics & Games dove gli artisti ospiti della manifestazione hanno disegnato dal vivo e sono state battute all’asta 87 opere (tra cui la God Box di Heroquest battuta al prezzo record di 5mila 600 euro). Ricco il programma culturale per gli appassionati di gioco e fantascienza e della nuova sala Ingellis “PRO” dove, in collaborazione con Game Science Research Center, si sono affrontate le tematiche della ricerca ludica e della formazione.

Per quanto concerne i videogames, vi sono stati 26 panel verticali, autorevoli ospiti internazionali e i player più importanti del mercato videoludico. Oltre 40mila supporter hanno invaso la Esports Cathedral per assistere al meglio della scena competitiva italiana: League of Legends, VALORANT, eFootball, Rocket League, Call of Duty: Modern Warfare II, sono solo alcuni dei titoli che hanno entusiasmato il pubblico di appassionati. All’Ex Museo del Fumetto Riot Games ha allestito un percorso dedicato alla community. Tra sale giochi, photo opportunity, Cosplay Lab e le fasi finali del Circuito Tormenta, oltre 35mila fan e appassionati di esport hanno vissuto in prima persona le emozioni e il senso di comunità che da sempre caratterizza il mondo Riot Games.
Nintendo, che tra le altre cose ha portato in fiera il nuovo e attesissimo Bayonetta 3, ha deliziato migliaia di fan presso il padiglione monografico in piazza Bernardini con tante attività all’insegna del divertimento più genuino. La Casa del Boia ha ospitato Ubisoft e il suo Mario + Rabbids: Sparks of Hope. Bozzetti, artwork e pezzi unici, oltre a 6 sessioni di live drawing con il pubblico, incontri con Davide Soliani (Creative Director del gioco), hanno offerto a migliaia di appassionati una panoramica più ampia e dettagliata su l’acclamato titolo made in Italy. Grande protagonista CD PROJEKT RED, che a Villa Bottini ha ospitato oltre 30mila fan di The Witcher e di Cyberpunk 2077, accorsi ad ammirare l’esclusiva mostra di inediti capolavori che hanno impreziosito il percorso all’interno della villa, che proseguiva poi nel parco con una vera e propria fiera medievale, dove tra percorsi di allenamento per diventare Witcher e scuole di forgiatura, il mondo di Geralt ha preso vita a Lucca. 
Sony PlayStation ha fatto pulsare il cuore della città, figurativamente posizionato in piazza Anfiteatro, con 5 giorni di attività e incontri con alcuni dei più importanti content creator del panorama nazionale, oltre a tanti illustri ospiti della stampa di settore che hanno intrattenuto gli appassionati anche da remoto, in una serie di seguitissime livestream. 
Menzione d’onore per il visionario Nolan Bushnell, fondatore di Atari, e il maestro Yoshitaka Amano, illustratore e character designer, creatore dell’universo visivo di titoli che hanno segnato l’immaginario collettivo. Da Pong, primo videogame blockbuster, alla concept art di Final Fantasy, le loro opere hanno contribuito allo sviluppo dell’industria videoludica. In occasione dell’edizione numero 56 della kermesse lucchese, Bushnell e Amano Sensei hanno condiviso con il pubblico alcune delle loro esperienze, affascinando ed ispirando intere generazioni.

Ma questo è stato anche l’anno dell’attesissimo ritorno di Lucca Junior. Non sono, infatti, mancate le attività per i più piccoli che, dopo tre anni di assenza, hanno potuto rivivere le atmosfere del Family Palace al Real Collegio e le sue decine di laboratori e attività. Un gradito e atteso ritorno, dimostrato da un’elevata affluenza fin dalle prime ore, tra scuole, famiglie e visitatori curiosi. Uno spazio gratuito e aperto a tutti che ha ospitato una riuscitissima collaborazione con Rai Kids, con il meglio della sua programmazione, le live di Rai Gulp, l’Albero Azzurro e i conduttori, i personaggi e i programmi più amati. Grandissimo successo per gli appuntamenti con lo spettacolo di Nina & Olga e i personaggi di Nicoletta Costa, come anche gli incontri con gli straordinari autori internazionali David Almond e Gary Frank. Spazio anche allo sport con Spykeball: Andrea Lucchetta, il celebre ex pallavolista della nazionale, ha guidato i bambini alla scoperta dei valori delle discipline sportive. Grandi momenti di festa anche con gli Youtuber più amati: grazie alla collaborazione con Rizzoli, centinaia di piccoli fan hanno potuto incontrare dal vivo Willy Guasti, Roby, Arex e Vastatore. Sempre riuscitissimo l’area di esposizione e i laboratori Lego a cura di Orange Team LUG e le attività legate a Star Wars a cura di Empisa.

Mentre pare al momento confermata – e di successo – la location al Polo Fiere di Sorbano per la Japan Town, sebbene ci si ancora qualcosa da mettere a punto per quanto concerne i collegamenti, sembra aver funzionato molto bene la nuova Arena della Musica, posizionata al Palatagliate. Oltre al concerto The Witcher 3: Wild Hunt – Music from the Continent diretto da Eimear Noone, l’Arena ha ospitato una serie di entusiasmanti appuntamenti musicali, tra i quali i Rhapsody of Fire, Giorgio Vanni, Cristina D’Avena feat. Gem Boy, la League of Legends Night con Nitro e il dj set di El Raton-Manuelito, Andrea Rock e la proiezione della semifinale del campionato del mondo di League of Legends.

E, come in ogni Lucca Comics & Games è anche il colorato mondo dei cosplayer. Costumi fantasiosi e accuratissimi, oppure affidati alla fantasia che con poco riesce a realizzare tanto, i personaggi di fumetti, manga, film e serie affollano le strade della città, con le loro rivisitazioni di ognuno di questi protagonisti, a modo loro, della manifestazione. Manifestazione che dà loro anche più di un’occasione di mettersi in mostra in parate, come la Dead Island 2 zombie walk promossa da Plaion con 40 figuranti e un tragitto che ha attraversato tutta la città. Così come gli oltre 70 cosplayer della community di Final Fantasy che si sono dati appuntamento per il community event/panel con Yoshitaka Amano tenutosi all’ auditorium San Francesco.

Insomma, un’edizione che si farà ricordare per i tanti appuntamenti ma anche per l’offerta culturale frazionata in diversi settori, venendo così incontro a tutti i gusti. Adesso non resta che far iniziare il conto alla rovescia per il prossimo Lucca Comics & Games.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...