Cose per cui fare le fusa

Il torneo nazionale Giocaruolando fa tappa al Liceo Artistico Passaglia di Lucca

Ecco gli scatti della giornata lucchese della terza edizione del torneo nazionale di gdr dedicato alle scuole superiori Giocaruolando. Venerdì 22 feb\nbraio al liceo artistico Passaglia di Lucca c’erano quattro tavoli (The Sprawl – finalista Gioco di ruolo dell’anno 2018-, Antiche Leggende, Call of Cthulhu, Sine Requie), quattro DM, 13 giocatrici e 15 giocatori.

Il progetto Giocaruolando, presentato dall’Associazione Culturale Più Prato, è curato da Riccardo Taurisano e realizzato con la partnership di Lucca Crea srl, in collaborazione con “Lucca Collezionando” e
“Lucca Comics & Games”. E proprio a Collezionando vedrà la fase finale.

Giocaruolando ha il supporto di:
Need Games, Narrattiva, Dreamlord Press, Mondiversi It’s a Different World, DungeonStore Genova, Il Dado Errante -LudoPub Sociale e Progetto Ludico, Due Punti.

La dimensione entro la quale questo progetto si colloca – si legge nel progetto – è quella della didattica ludica e si pone il fine di fornire
ai ragazzi un’esperienza alternativa e originale all’interno delle scuole, che veicoli la loro espressività creativa
attraverso le dinamiche del gioco narrativo.
Descrizione del progetto Giocaruolando
Giocaruolando si pone come obbiettivo quello di portare il gioco di ruolo nelle scuole.

Il fine è quello di far provare ai ragazzi dei vari istituti scolastici l’esperienza divertente, appassionante ed
evocativa del gioco di ruolo, che però possa insieme fornire elementi formativi e di apprendimento attraverso
una preparazione ad hoc delle tipologie di giochi di ruolo e le rispettive avventure narrative che andremo a
proporre all’interno del progetto.
Far approdare il gioco di ruolo all’interno delle scuole con operatori di esperienza, formati e preparati può
diventare un’esperienza interessante e di prospettiva per l’istituto scolastico che la ospita e favorire uno
slancio propedeutico alla crescita della didattica ludica, che, predisposta e caratterizzata attraverso corretti
percorsi formativi, può diventare una forma di didattica, per alcuni insegnanti, particolarmente feconda e
produttiva, come già accade in altre nazioni europee in maniera decisamente più marcata che nel nostro paese,
dove è presente in maniera ancora troppo sporadica ed isolata.”

Iniziammo negli anni Novanta proprio a Lucca, come associazione “Dragons’ Lair” e poi “La Contea”. È bello vedere che quello spirito di passaggio di testimoni è vivo e soprattutto trovare ragazze e ragazzi che amano.. Mettersi in gioco! ❤️

@annabenelu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...